venerdì 15 novembre 2019

Il Graphic Novel Italiano sbarca ad Anversa al Museo De Reede



Fino a una decina di anni fa la mia conoscenza del fumetto italiano si limitava a Topolino, Tex Willer, Dylan Dog, i fumetti che si trovavano facilmente in ogni edicola in Italia. Poi un giorno un mio insegnante d’italiano portò in classe un fumetto di Hugo Pratt e così scoprì il fascino e le avventure del bel marinaio Corto Maltese.  Nel  2012, eravamo in vacanza in Toscana, visitammo a Siena  il Complesso  Museale Santa Maria della Scala dove in quel momento si stava tenendo  la mostra ‘Milo Manara – Le Stanze del Desiderio’ e conobbi così un altro illustratore italiano e un altro aspetto del fumetto italiano.



Quando ho saputo che La Dante di Anversa e La Dante di Hasselt stavano progettando di portare ad Anversa la mostra ‘Italian Graphic Novel’ in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e Lucca Comics&Games, ho subito annotato la data sull’agenda.







La mostra è stata inaugurata venerdì scorso al museo De Reede con vari interventi tra cui quello di Giovanni Russo, curatore della mostra, e autore della quarta edizione della rivista Cartaditalia, dedicata interamente al Graphic novel e fumetto italiani. Roel Daenen ha presentato lo Stripgids, che ha dedicato ben venti pagine al fumetto e graphic novel italiani e ha intervistato Serge Baeken, fumettista belga, che ha disegnato la copertina dell’ultima edizione della rivista e che si è fatto ispirare dai fumettisti italiani. Per gli intermezzi musicali c’era il chitarrista anversese Hobo Joe, le sue musiche si abbinavano perfettamente all’argomento della mostra.





Alla mostra sono esposte alcune opere di tre autori-artisti italiani: Vittorio Giardino, Franco Matticchio e Tuono Pettinato. Stili diversi, ma tutti i tre maestri nell’esprimersi con penna e parola. Mi è soprattutto piaciuto l’universo surreale e poetico del ‘Signor Ahi’, la figura con la testa a forma di enorme occhio, protagonista anche della locandina della mostra.



Vi consiglio vivamente di visitare la mostra o di partecipare alle varie attività programmate da Emiliano Biagio Manzillo della Dante di Anversa e da Gianmaria Caschetto della Dante di Hasselt.



Non dimenticate di visitare i piani superiori del Museo De Reede dove sono esposte varie opere e disegni di artisti di fama internazionale Felicien Rops, Edvard Munch e Francisco Goya.
Marleen Willems
(foto di Rossella Pensiero)

Italian graphic novel: la preparazione, il vernissage e l'Antiterra

Dal 7/11 e fino al 13/01, è possibile ammirare le opere di tre grandi artisti come Franco Matticchio, Vittorio Giardino e Tuono Pettinato, tre illustratori particolari, diversi eppure estremamente rappresentativi della varietà esistente nel mondo del graphic novel italiano.
I tre artisti 'convivono' nella mostra Italian Graphic Novel, una collaborazione tra Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles e Lucca Crea, mostra che ha già girato mezza Europa, facendo conoscere di più i nostri artisti, che tra l'altro, lavorano per il quarto mercato fumettistico più importante al mondo.


La mostra è arrivata ad Anversa presso Museum De Reede (sito web del museo), grazie agli sforzi della Dante di Anversa e della Dante di Hasselt, con il prezioso aiuto di Stripgids, la più importante rivista specializzata in Europa (sito web della rivista), che nel suo ultimo numero, ha dedicato un dossier di ben venti pagine alla storia del fumetto italiano, dando seguito all'importante pubblicazione Cartaditalia 4, una pubblicazione quadrilingue dell'IIC di Bruxelles tutta dedicata al graphic novel italiano.


Abbiamo dunque cominciato a preparare il nostro pubblico fiammingo con presentazioni nelle scuole, coinvolgendo studenti Erasmus e professori italiani, come Gabriele Russo e Antonina Monaco.






Poi è finalmente arrivato il gran giorno...l'inaugurazione!
David e Jasper del Museum De Reede, presieduto dal fondatore Harry Rutten, hanno trovato le vesti perfette per la presentazione delle opere, facendo sì che il tutto risaltasse in modo da valorizzare il bianco e nero delle tavole originali. È stata anche allestita una vetrinetta con vari esempi italiani di fumetti e graphic novel, accostando (udite, udite) la Walt Disney Italia a Serpieri, Theo a Dylan Dog, Tex e Zagor a Saudelli e Crepax, da Magnus a Bacilieri.





E quindi si è giunti al momento dei discorsi, ma solo dopo un brano del musicista blues Hobo Joe, volto storico della scena musicale anversese che ha voluto onorarci eseguendo tre commoventi brani degli anni Quaranta. Hanno poi preso la parola Harry Rutten e Giovanni Russo di Lucca Crea, curatore della mostra.





Dopo un secondo brano, è stato il turno di Gianmaria Caschetto (La Dante di Hasselt), anche lui illustratore, ed Emiliano Biagio Manzillo (La Dante di Anversa), per ringraziare lo staff del De Reede, ma soprattutto l'IIC di Bruxelles e Stripgids, senza dimenticare i rappresentanti delle nostre Istituzioni, ossia il Consigliere culturale dell'Ambasciata d'Italia a Bruxelles, il dottor Andrea Della Nebbia, e il Console onorario ad Anversa, l'avvocato Carlo Tiribelli.




  





È stata poi la volta della presentazione dell'ultimo numero di Stripgids, contenente il succitato dossier, con la copertina realizzata da Serge Baeken, per l'occasione intervistato dal responsabile di Stripgids, Roel Daenen, persona che ci ha sostenuto fortemente, come detto sopra. Serge ha realizzato una copertina che riesce a citare contemporaneamente Manara, Tamburini e Liberatore, Jacovitti e Hugo Pratt. Durante la presentazione, ha avuto modo di spiegare il ruolo avuto dal fumetto italiano nella sua formazione artistica e professionale.






Rossella Pensiero, Emiliano Biagio Manzillo, Andrea Della Nebbia, Harry Rutten, Gianmaria Caschetto,
Laura Minuscoli, Hobo Joe, Rita Compère, Roel Daenen, Giovanni Russo, Serge Baeken.


E dopo il vernissage, eccoci alle attività organizzate nella struttura museale, come quella di questo pomeriggio, con il maestro Graziano Moretto, socio della Dante di Anversa, ma soprattutto docente, musicista e poeta di fine qualità. Dopo una breve introduzione musicale, Graziano ci ha offerto la declamazione e la spiegazione di ben dieci poesie contenute nella sua ultima, particolare raccolta, Antichthon - Antiterra, attualmente in vendita presso il bookshop del De Reede. E dopo la declamazione, abbiamo potuto parlare in atmosfera estremamente cordiale, dei temi introdotti del poeta, autentico esploratore dell'essenza umana.



Non perdetevi questa mostra, e non perdetevi neanche i nostri prossimi appuntamenti al De Reede: il 7 dicembre mattina ci sarà il Club di lettura dedicato al graphic novel Pasolini (di D. Toffolo) e poi l'11/12, sarà Gianmaria Caschetto a (letteralmente) guidarci per mano nel workshop in cui impareremo come si passa da un testo scritto a uno storyboard.

Vi ricordiamo che Italian Graphic Novel è una mostra resa possibile dalla collaborazione tra IIC di Bruxelles e Lucca Crea, ad Anversa presso il De Reede grazie alla Dante di Anversa, alla Dante di Hasselt e Stripgids.