sabato 16 marzo 2019

Wat met het striperfgoed? (bis) - Incontro con Giovanni Russo (Lucca Comics & games)

Un pomeriggio di studi davvero interessante, in compagnia di Giovanni Russo (Lucca Comics & Games) e altri esperti del mondo dei fumetti, dell'illustrazione e del graphic novel. Siamo davvero fieri di avere una realtà così solida come il Lucca C&G, ma soprattutto, siamo lieti che il nostro Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles abbia scelto di valorizzare questo importante settore dell'industria culturale italiana, troppo spesso sottovalutato, nell'ultimo numero di Cartaditalia. Un ringraziamento anche agli organizzatori, in particolare a Faro.be ed Erfgoedbibliotheek Hendrik Conscience.


Gianmaria Caschetto (La Dante Hasselt), Giovanni Russo (Lucca C&G) e Emiliano Biagio Manzillo (La Dante Anversa)


Cartaditalia è una pubblicazione dell'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles





Ci siamo quasi...è in arrivo D'ArTE!!

Il 25 aprile, data del vernissage della rassegna artistica D'ArTE, si avvicina. Tra pochi giorni conoscerete il programma, ma nel frattempo, eccovi un piccolo teaser con il professor Abraham Neufeld, docente di pittura presso la Reale Accademia di Belle Arti di Anversa. Stay tuned for more!



Gli anni del nostro incanto

Lunedì 29 aprile, dalle 15.00 alle 16:00
Presentazione del libro Gli anni del nostro incanto e conferenza di Giuseppe Lupo, in collaborazione con Dante Leuven, presso SD Worx, Brouwersvliet 2, 2000 Anversa. €5 per i soci della Dante, gli studenti dell’Università di Anversa e del KASKA, €8 per i non soci.
Risultati immagini per gli anni del nostro incantoUn romanzo che racconta il boom, e lunedì 29 aprile, nell’ambito della rassegna D’ArTE, avremo la fortuna di ospitare ad Anversa Giuseppe Lupo, scrittore, saggista e professore di letteratura contemporanea all’università Cattolica di Milano. Collabora alle pagine culturali dei quotidiani "Avvenire" e  "Il Sole 24 Ore" dove cura un videoblog sulla letteratura contemporanea. Vincitore di diversi premi tra cui il Premio Mondello e il Premio Giuseppe Berto, Giuseppe Lupo ci presenterà il suo romanzo Gli anni del nostro incanto, vincitore del Premio Viareggio nel 2018.
Il romanzo tratta il periodo più esaltante e contraddittorio del secolo scorso - gli anni del boom e quelli di piombo - entrando nei sogni, nelle illusioni, nelle inquietudini, nei conflitti di due generazioni a confronto: quella dei padri venuti dalla povertà e quella dei figli nutriti con i biscotti Plasmon. Quando la madre improvvisamente perde la memoria, la figlia cerca di farle ricordare il passato, partendo proprio da quella foto: “Una domenica di aprile, una Vespa, a Milano, negli anni Sessanta…”.

Giuseppe Lupo sarà ad Anversa grazie alla collaborazione dei colleghi della Dante di Lovanio, a cui va il nostro sentito ringraziamento.




Gli anni del nostro incanto


Sabato 23 marzo – Il consiglio d’Egitto
14.00 – Il consiglio d’Egitto (1963), di Leonardo Sciascia. Introduzione al romanzo di Adriana Cappelluzzo.
14.30 - Il consiglio d’Egitto (Italia/Francia/Ungheria, 2002, 138’), di Emidio Greco, con Silvio Orlando e Tommaso Ragno.
16.45 -17.30 – Discussione con i presenti a cura di Rossella Pensiero.
Prezzo per singolo appuntamento: Soci Dante, Soci dell'Istituto Italiano di Cultura e studenti d’italiano presso Universiteit Antwerpen: €5. Altri: €8   
Prenotazioni:info@klappei.be; dante_antwerpen@hotmail.com  
                              

  





IL CONSIGLIO D'EGITTO SCENA TRA L'ABATE VELLA SILVIO ORLANDO E IL BARONE...

IL CONSIGLIO D' EGITTO di Emidio Greco I gioielli indiscreti di Denis Di...

Un gradito ritorno: il prof. dr. Antonio Saccone all'Universiteit Antwerpen e alla Dante di Anversa


Mercoledì 03 aprile, ore 14.00, aula R013
Universiteit Antwerpen, Stadscampus, aula R013 – Secolo che ci squarti...Secolo che ci incanti, conferenza e presentazione dell’ultimo libro del prof. dr. Antonio Saccone (Università Federico II di Napoli). Conferenza gratuita per i soci della Dante e gli studenti dell’Università di Anversa, €5 per i non soci.
Antonio Saccone esamina episodi cruciali della modernità novecentesca e del suo configurarsi come tradizione. Al centro della sua indagine sono richiamati la Grande Guerra, l’incrocio tra letteratura e scienza, la fusione tra le arti, i modi in cui importanti autori del ‘secolo breve’, commentando classici del passato remoto, prossimo e coevo, interrogano se stessi e la loro opera.


La conferenza di primavera



Giovedì 21 marzo, dalle 19.00 alle 21.00, aula R013  
Universiteit Antwerpen, Stadscampus, Rodestraat 14, 2000 Anversa, aula R013 – Conferenze di Giulia Mangialardi e Naomi Camardella sulla pedagogia e sulla letteratura italiana di guerra. Conferenza gratuita per i soci della Dante e gli studenti dell’Università di Anversa, €5 per i non soci.
Giulia Mangialardi e Naomi Camardella fanno parte quest’anno del nostro team, giunte qui come studentesse Erasmus. Due giovani entusiaste e preparatissime, la sera del 21 marzo condivideranno la conferenza primaverile presentandoci due temi da loro scelti, la pedagogia nei tempi antichi e la letteratura di guerra.

Dalle 19.00 alle 20.00, Naomi Camardella
La letteratura e la Grande Guerra: lo straniero nemico e fratello.       
La letteratura italiana ha partecipato al primo e al secondo conflitto mondiale e ha raccontato la guerra, quella che ha rappresentato la netta separazione tra il "prima" e il "dopo", tra il mondo di ieri e quello di domani. Il bisogno di silenzio e la consapevolezza dell'impossibilità di rappresentare realisticamente la tragedia e il massacro non hanno arrestato la necessità di testimoniare, raccontare e comunicare quella che si è rivelata per i combattenti l'esperienza più significativa della propria esistenza. Iniziando con un quadro complessivo riguardante le forme, i luoghi e i tempi della letteratura di guerra, dall'anno della neutralità italiana, ripercorrendo attraverso i poeti il viaggio verso la guerra, parleremo di un momento sul quale quasi tutta la letteratura della Grande Guerra si è soffermata. È il momento in cui il nemico diventa visibile.

Dalle 20.00 alle 21.00, Giulia Mangialardi. Pedagogia ed educazione nel I secolo d. C.Le problematiche legate ai metodi educativi sono quanto mai attuali, ma non tutte nuove. La maggior parte di esse, infatti, è già stata affrontata e discussa dagli Antichi: quale il ruolo della scuola e quale quello della famiglia? In che modo la conoscenza dei classici e della storia può contribuire alla formazione del singolo? E quale è il miglior metodo per avvicinare i giovani a questi “noiosi” contenuti? Quali materie privilegiare e a quale età dello sviluppo del fanciullo? Questi sono solo alcuni dei quesiti che trovano già risposta in alcune opere greche e latine che sono giunte fino a noi: dall’Atene classica di Isocrate e Platone, passando per Aristotele e le successive scuole filosofiche ellenistiche, fino ad arrivare a Roma. In particolare, grazie alla testimonianza di due maestri di scuola, uno greco, Elio Teone di Alessandria, e uno romano, Quintiliano, possiamo ricostruire con un certo margine di precisione il contesto in cui i giovani venivano istruiti nel I secolo d. C., ponendo uno sguardo alle diverse tappe del percorso educativo e alle analogie e differenza del sistema greco contrapposto a quello romano.

domenica 10 marzo 2019

D'ArTE - con il sostegno di W GIN di LIM Studio


Attualmente il programma definitivo della rassegna D'ArTE è in fase di completamento, presto tutti voi soci riceverete il programma completo con tutti gli orari e le attività da seguire. Possiamo però già anticiparvi che la manifestazione sarà sostenuta non solo dalla Dante di Anversa, ma anche da quella di Lovanio, dall’IIC di Bruxelles, da SD Worx, De Groene Waterman e dalla Liquoreria Mondragonese LIM Studio di Vincenzo Ventrone, imprenditore e artista digitale, che mette a disposizione della Dante di Anversa un campione di prodotti per la degustazione di uno dei primi gin italiani prodotti artigianalmente e con il metodo del cold compound. Una vera chicca solo per voi soci!
Scaricate qui una brochure con la descrizione del prodotto che assaggerete a fine aprile.













Artista di Giulianova a Blankenberge in Belgio

Prosegue il tour europeo dell'artista di Giulianova Carmine Galiè, affermato pittore e dirigente medico del pronto soccorso di Giulianova (Abruzzo): dopo aver fatto tappa in tre città della Polonia, con tre mostre coordinate da Danuta Anna Kida e curate dal critico d'arte Massimo Pasqualone, le opere verranno esposte dal 1 al 15 marzo a Blankenberge, in Belgio, presso la galleria Nan Yar.

"Si tratta- sottolinea il curatore della mostra Massimo Pasqualone - di un ulteriore successo per l'artista e amico Carmine Galiè, testimoniato da numerosi riconoscimenti e consensi in ambito internazionale, dopo le mostre effettuate in prestigiose location italiane, dalle Giubbe Rosse di Firenze, al Museo Guidi di Forte dei Marmi, alla Galleria Satura di Genova, passando per Milano, Lecce, Isernia e la Repubblica di San Marino, dove Galiè ha esposto presso la rinomata Galleria Arzilli."



Notizie dai colleghi di Lovanio: i prossimi eventi della Dante Leuven

Gentili colleghi, amici, amanti della cultura italiana, siamo lieti di condividere con voi la prima newsletter​ dell'associazione Dante Alighieri di Lovanio​.
Tramite questo link, si può accedere al calendario dettagliato dei prossimi eventi, con un programma molto ricco e variegato, con attività in italiano che spaziano dall'arte alla gastronomia e dalla letteratura alla musica.
Inoltre, troverete tutte le informazioni per partecipare al progetto artistico Dante - D'ArTE, promosso dalla Dante di Anversa.

Per rimanere sempre aggiornati vi consigliamo di seguire la pagina Facebook https://www.facebook.com/danteleuven/
e il sito internet https://danteleuven.be/