lunedì 15 novembre 2021

Una meravigliosa esperienza

La scuola secondaria per adulti ENCORA, di Anversa (Belgio), ha svolto con una delegazione di tre insegnanti e dieci studenti, uno stage Erasmus in Italia, ad Anversa degli Abruzzi, dal 16 al 30 ottobre 2021. Lo stage si è rivelato di fondamentale importanza ai fini didattici e una piccola parte del merito affinché ciò si sia realizzato, è della Società Dante Alighieri (anche se il merito del lavoro e  del successo, è tutto di Greet Dierckx di Encora, una collega esemplare con cui è un piacere lavorare). I contatti fra Anversa del Belgio e Anversa degli Abruzzi sono stati infatti favoriti in passato dalla presenza nel borgo abruzzese del Parco Letterario D’Annunzio, diretto da Mario Giannantonio e facente parte della rete dei Parchi Letterari e della Dante Alighieri.




Già nel 2015 il presidente del Parco, fu ospite presso l’Università di Anvtwerpen per presentare il borgo, l’oasi WWF delle Gole del Sagittario e le attività del parco letterario. Nel tempo, si è sperato di metter su una collaborazione stabile fra le due realtà, visto anche l’ottimo feeling con i locali colleghi delle associazioni, e l’occasione presentatasi di portare gli studenti della scuola Encora in Italia ha semplicemente rappresentato un’opportunità concreta di collaborazione. La collega ad Encora Greet Dierckx, ha elaborato un progetto Erasmus solido, approvato per ben tre anni dall’ufficio competente, in quanto di qualità e di alto valore didattico ed educativo, significando ciò che il contatto diretto Antwerpen-Anversa degli Abruzzi resterà vivo almeno fino al 2023.





La collaborazione consiste nel portare cinque studenti dell’indirizzo BIKO (accompagnatore minorile) e cinque studenti dell’indirizzo JGZ (cura del disabile e del giovane con bisogni speciali) a fare uno stage pratico di due settimane, alternando jobshadowing ed esperienza diretta, in due diverse strutture. Nello scorso ottobre, i cinque aspiranti accompagnatori minorili hanno assistito i colleghi italiani del Plesso Scolastico di Bugnara della scuola dell’infanzia e primaria Vittorio Clementi, diretta dalla dottoressa Domenica Pagano, mentre i cinque aspiranti operatori, hanno assistito i colleghi della Comunità riabilitativa e terapeutica Il Castello, ad Anversa degli Abruzzi, centro di estrema qualità nel campo psichiatrico, diretto dal dottor Michele Beatrice.




Lo stage si è rivelato un successo, soddisfacendo sia i partecipanti belgi che le istituzioni riceventi in Italia: il contatto con l’Amministrazione Comunale di Anversa degli Abruzzi è stato facile, diretto e concreto, nello spirito di massima collaborazione, facendo sentire i benvenuti i partecipanti e agevolando in ogni possibile modo l’espletamento delle attività. Come insegnante di Encora e come presidente della Dante di Anversa, ringrazio, anche a nome delle colleghe di Encora Greet Dierckx ed Els Buyle, il sindaco Gianni Di Cesare, il vicesindaco Vincenzo Pace, l’assessore Massimo D’Alessandro, i consiglieri tutti, in particolare Mario Giannantonio, Diego Del Rosso, Roberto Di Genova e Maria Bambina Federico.




Il contatto fra gli stagisti e le insegnanti di Bugnara e gli operatori ne Il Castello, è stato ottimo, tanto che ogni giorno venivano ideate nuove attività in collaborazione, favorendo al massimo l’integrazione degli stagisti nei gruppi. Un ringraziamento alle dott.ssa Pagano e al dr. Beatrice è necessario, tanto quanto un complimento sentito per la gestione ottimale delle loro strutture. Dalla commozione riscontrata nei giorni della partenza fra i bimbi di Bugnara e fra gli ospiti de Il Castello, abbiamo capito che lo scambio ha arricchito ambo le parti. Oltre poi al lavoro, ci sono state belle attività "extracurriculari", come il pomeriggio a Sulmona, il pomeriggio a Scanno e il weekend a Roma, dove i corsisti hanno partecipato a un workshop di recitazione tenuto da Luigi Morra ed Eduardo Ricciardelli, presso i Mob Studios di roma, dei fratelli Morigi.




Al successo dell’esperienza hanno contribuito la solidità del progetto, l’entusiasmo e la convinzione dei partecipanti, la sensibilità della locale amministrazione, ma anche il calore e l’ospitalità della comunità del borgo, che ci ha fatto sentire a casa. Peppe, il gestore dell’Angolo delle grazie, il bar L’anversano, Elia, Juri e i ragazzi del pub, tutti hanno dato il loro contributo positivo, anche se in particolare, bisogna citare l’operatore comunale Rocco Di Genova, per la sua dedizione al progetto, la cui presenza è stata fondamentale, così come fondamentale si è rivelata la scelta del posto dove alloggiare e mangiare, il bio-agriturismo La porta dei Parchi, gestito da Nunzio Marcelli e famiglia.




Nella struttura gestita da Nunzio, abbiamo trovato qualcosa che è andato al di là della semplice accoglienza, abbiamo trovato un ambiente amichevole e familiare che ha reso magnifiche le nostre giornate in Italia, provando a trovare sempre una buona soluzione per un gruppo dalle abitudini differenti. Non solo un approdo sicuro al termine della giornata lavorativa, ma anche una costante consulenza sull’organizzazione delle attività. I complimenti e i ringraziamenti a Nunzio e al suo staff, dagli allevamenti alle cucine, sono più che doverosi, perché sono proprio le idee e le pratiche come quelle che si portano avanti nella Porta dei Parchi, che rendono ancora l’Italia un posto affascinante e accogliente. Grazie ad Anversa degli Abruzzi, e un grazie immenso alla persona che ci ha aperto le porte della cittadina, Mario Giannantonio, infaticabile amico, paladino della cultura del dialogo.









Nessun commento:

Posta un commento